Home / Articoli / PLAYBACK THEATRE
212016
giu
181

PLAYBACK THEATRE

Avviato il laboratorio presso la Casa Circondariale di Taranto


Il 20 giugno abbiamo dato il via al laboratorio di Playback Theatre presso la Casa Circondariale di Taranto. La accoglienza è stata calorosa e ben organizzata. La Direzione è molto sensibile riguardo allo svolgimento di attività trattamentali e a dimostrazione di ciò vi è una profusione di iniziative all’interno dell’Istituto.

Proporre il Playback Theatre ai detenuti è stata una scommessa, e loro la hanno accolta con grande entusiasmo. Questa forma di teatro esula infatti dal protagonismo che un certo tipo di teatro performativo può produrre. Gli attori non portano in scena un copione, ma le storie del pubblico e lo fanno con la consapevolezza che il loro è un atto di servizio, perché la loro interpretazione ha il compito di “curare” colui che prende posto alla sedia del narratore.

È stata accolta con grande umanità anche la possibilità di confrontarsi con i disabili e le loro famiglie.

“Insomma è come la De Filippi, fai una sorpresa a qualcuno che è sfortunato e quello poi è felice. Un po’ come presentare il giocatore di calcio preferito a un bambino down”, ha detto un partecipante.

Sono detenuti, hanno sbagliato e stanno pagando, ma sono anche uomini che conoscono la sofferenza e sanno riconoscere chi ha bisogno di aiuto e non glielo negano.

Non so quali risultati raggiungeremo, ma so che il percorso da qui a dicembre cambierà ognuno di noi.

La Troisi non lascia, ma raddoppia.

Maria Teresa De Filippi e Raffaele Buffon