Home / Articoli / Evasione in punta di penna
112016
lug
172

Evasione in punta di penna


 È partito in luglio dopo una lunga gestazione il laboratorio di scrittura creativa rivolto ai giovani dell’Istituto Penale Minorile di Casal del Marmo di Roma.

La scrittura è un canale espressivo che permette di tirar fuori ciò che si ha dentro, ed è parlando che si possono conoscere meglio i propri bisogni, ed è sempre parlando che si può imparare a conoscersi meglio. Spesso infatti la aggressività nei giovani è frutto della loro incapacità nello spiegare a parole ciò che si prova, o a usare le parole per presentare le proprie ragioni.

La scrittura inoltre, rispetto a quanto non avvenga con la recitazione, permette anche a chi è timido di esprimersi, proprio perché si ha la certezza di non doversi esibire su un palco. Credo sia questo il motivo per cui durante il laboratorio si affacciano ogni volta facce nuove che decidono poi di rimanere.

Lavorare con questi ragazzi riempie di speranza e allo stesso tempo di tristezza. Speranza perché sono giovani e ce la possono fare a ricostruirsi un futuro, tristezza perché se loro sono dietro a delle sbarre a sbagliare è stata anche la società che è stata assente durante la loro crescita.

Noi della Troisi non potremo cambiare il mondo, ma nel nostro piccolo ci sforziamo di lasciarlo un luogo migliore rispetto a quello che abbiamo trovato.

Maria Teresa Taglio le sbarre e Raffaele Mi calo dalla finestra